• mercoledì , 18 ottobre 2017
E’ l’ora dello Stato catalizzatore

E’ l’ora dello Stato catalizzatore

Lascia un Commento

“Finalmente l’Europa s’è desta” scriveva su questo giornale Adriana Cerretelli commentando il rapporto Juncker sullo stato dell’Unione. In realtà, almeno a parole, da quasi un decennio la Commissione Europea produce documenti che esortano gli Stati membri a disegnare politiche di sviluppo industriale nell’ottica di Horizon 2020, sempre più imperniate sulla digitalizzazione di industria e servizi per un rilancio dell’industria manifatturiera.

Leggi tutto
Viva le stelle europee, ma stiamo attenti a non inciampare nei buchi neri.

Viva le stelle europee, ma stiamo attenti a non inciampare nei buchi neri.

Lascia un Commento

Si mettano pure tante stelle europee sulle nostre bandiere. Ma facciamo attenzione a quanti vogliono far passare per stelle quelli che in realtà sono buchi neri: in cui finirebbero inghiottiti bandiere, noi e perfin l’Europa. Alcuni buchi neri sono in circolazione da tempo: uno si chiama Transfer Union. “Nicht in meinem Leben”, non succederà finché vivo, aveva detto la Merkel, e noi le auguriamo lunga vita. Non pensava all’AfD, che, se c’era, era fuori dal Bundestag; pensava alla CDU-CSU, che allora era un blocco senza crepe. Mutualizzazione dei debiti, eurobond, fondo di garanzia dei depositi sopra i 100.000 € prima che le nostre banche abbiano ridotto gli NPL e l’esposizione al rischio sovrano della Repubblica, manderebbero a pezzi il consenso che in Germania c’è ancora per l’Europa (e a casa il politico che lo proponesse). Senza contare che c’è un giudice a Karlsruhe.

Leggi tutto
Che cosa nascondono le nuove regole Bce sulle sofferenze bancarie

Che cosa nascondono le nuove regole Bce sulle sofferenze bancarie

Lascia un Commento

La autorità di vigilanza della Banca centrale europea hanno varato una bozza di aggiornamento al regolamento sul trattamento dei Non Performing Loans (NPL), ossia sofferenze di varia grado e tipo. La bozza è, quindi, ancora un elemento di discussione con le parti interessate. E’ fuor di dubbio che, data la materia, necessita un dibattito al Parlamento Europeo (PE) prima di diventare operativa, come ha correttamente sottolineato il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani.

Leggi tutto
Graziano Delrio: digiuno o prove di Ramadan?

Graziano Delrio: digiuno o prove di Ramadan?

Lascia un Commento

Il ministro Graziano Delrio ha deciso di partecipare alla "staffetta del digiuno" allo scopo di sollecitare l’approdo in Aula, al Senato, del disegno di legge sullo ius soli. Da persona perbene ha voluto ridimensionare il sacrificio, senza volersi paragonare ai "grandi digiunatori" della storia. Anche perché – vedendolo così emaciato – c’è da pensare che, per lui, il digiunare sia piuttosto frequente. Ma se non è uno sciopero della fame con tutti i crismi come possiamo definire questa iniziativa? Considerando l’obiettivo che si propone (e a favore di chi) potremmo chiamarla "prove di Ramadan".

Leggi tutto

I libri dei soci

La rivoluzione incompiuta

La rivoluzione incompiuta

2030 La tempesta perfetta

2030 La tempesta perfetta

La Lira siamo noi

La Lira siamo noi

Bolle, balle e sfere di cristallo

Bolle, balle e sfere di cristallo

Banchieri, politici e militari

Banchieri, politici e militari

La malattia dell’Occidente

La malattia dell’Occidente