• martedì , 25 Giugno 2024

Scelte trasparenti

Opacità è il contrario di trasparenza. L’opacità ha un costo che gli italiani hanno già abbondantemente pagato. La partita che si gioca intorno a Bnl e ad AntonVeneta, dopo qualche tentennamento inziale, sembra aver preso la piega giusta: quella della trasparenza. Due banche estere hanno manifestato l’intenzione di lanciare un’Opa. La legge Draghi dà la possibilità, a chi fosse interessato, di rilanciare con una contro-Opa.
Tutto questo deve avvenire non solo nel pieno rispetto delle regole, ma nella massima trasparenza. Ovvero sul palcoscenico della Borsa. Si sente già parlare, invece, almeno nel caso della Bnl, di soluzioni che maturano dietro le quinte, di scorciatoie che saltano l’ostacolo degli azionisti di minoranza. L’idea di mettere insieme un pacchetto del 51% o giù di lì senza fare un’Opa, soddisfacendo gli appetiti di chi ha abilmente speculato e lasciando a bocca asciutta i risparmiatori che hanno investito nelle azioni della banca, non tutela l’interesse nazionale. Anzi, aggrava il già salato conto dell’opacità.

Fonte: Il Sole 24 Ore del 22 marzo 2005

Articoli dell'autore

Commenti disabilitati.