• martedì , 2 giugno 2020
Il Mes è ancora un pericolo

Il Mes è ancora un pericolo

Il Consiglio dei capi di Stato e di governo del 23 aprile ha approvato l’accordo raggiunto dal precedente Eurogruppo, quindi anche l’utilizzo contro la crisi del Mes, il cosiddetto Fondo salva Stati, con “condizionalità leggere”, che consisterebbero solo nel limitare l’uso dei prestiti richiesti ai costi “diretti e indiretti” dell’emergenza sanitaria. Tutto sistemato, allora? Possiamo stare tranquilli? Niente affatto.

Leggi tutto
Bank of England rompe il tabù, finanzierà il governo

Bank of England rompe il tabù, finanzierà il governo

La Bank of England rompe ufficialmente quello che da circa quarant’anni è un tabù per le banche centrali: il finanziamento diretto delle spese decise dal governo. Lo scrive il Financial Times, dando notizia del consenso espresso dalla banca alle richieste dell’esecutivo, che devono essere state molto pressanti, visto che solo pochi giorni fa – ricorda il quotidiano – il governatore Andrew Bailey si era dichiarato contrario.

Leggi tutto
La Ue e il “dentifricio più usato dai dentisti”

La Ue e il “dentifricio più usato dai dentisti”

“Il dentifricio Biancodent è il più usato dai dentisti!”, assicura uno spot pubblicitario. Ci credete? Sì? Bene, allora potete credere anche che il piano contro la disoccupazione annunciato dalla presidentessa della Commissione europea Ursula von der Leyen sia un ottimo piano.

Leggi tutto
La Germania mal guidata rischia il declino

La Germania mal guidata rischia il declino

Investimenti al minimo storico nonostante i tassi negativi sul debito e l’enorme surplus dei conti esteri. Eppure, secondo centri studi come Bruegel e Centre for European Reform, ce ne sarebbe bisogno, nelle infrastrutture e nel sistema educativo. E servirebbero a far stare meglio i tedeschi, che punendo alle elezioni i partiti di governo hanno mostrato il malessere per il numero crescente di lavoratori con bassi salari.

Leggi tutto
Lavorare meno, fare la fame (quasi) tutti

Lavorare meno, fare la fame (quasi) tutti

Lo slogan sindacale degli anni ’70 è stato realizzato dal capitalismo del terzo millennio, ma a suo modo. Con l’ingresso sul mercato dei lavoratori dei paesi di nuova industrializzazione, in tutti quelli già sviluppati va scomparendo il “posto fisso”, scendono le ore lavorate e calano le retribuzioni per la maggioranza, mentre una quota minoritaria guadagna più di prima. E’ il risultato della grande svolta a destra degli anni ‘8

Leggi tutto
Basta un poco e il Fiscal compact va giù

Basta un poco e il Fiscal compact va giù

Raggiunto l’accordo: non sarà inserito nei trattati europei, via giudicata ardua, ma emanato con una direttiva, probabilmente del tipo che non c’è bisogno di far passare dal Parlamento, ennesima prova che questa Europa non è riformabile e che si usa ogni scappatoia per restringere di spazi di democrazia.

Leggi tutto