• sabato , 20 Luglio 2024

Chi (e come) fa demagogia sulle pensioni

Nel dibattito sulle pensioni si è aperta la caccia agli effetti del calcolo retributivo come se esso fosse la causa delle cosiddetto pensioni d’oro, dimenticando che la stragrande maggioranza dei trattamenti liquidati dal 1996 ad oggi hanno tratto più o meno beneficio dalla rendita di posizione insita in quel sistema di calcolo.
Certo, c’è chi ha speculato di più e chi di meno sulle normative vigenti. Ma togliamoci dalla testa l’idea di ricalcolare milioni e milioni di pensioni, con la pretesa di avere oggi e in senso retroattivo quel coraggio che mancò nel 1995, ai tempi della riforma Dini quando non si volle introdurre per tutti il calcolo contributivo pro rata a partire dal 1996.
Accontentiamoci di intervenire con misure temporanee e strutturali solo sulle pensioni più elevate. Tali misure servono a fare equità. Se qualcuno pensa che da esse derivino entrate consistenti o mente o fa demagogia o non sa quel che dice. Anche se si atteggia a guru del “nuovo che avanza”.

Fonte: Formiche.net del 12 novembre 2013

Articoli dell'autore

Commenti disabilitati.