• lunedì , 21 Settembre 2020

Chi setaccia i conti?

Dietro Bondi non c’è una squadra
Ma ci sono (e chi sono) le 300 persone che stanno lavorando, 24 ore su 24, sulal spending review questi temi? Abbiamo preso il meglio che c’è in Italia per affrontare in un batter d’occhio queste questioni essenziali? Non è questione da poco. Lo Stato funziona se si mostra e se si mostra organizzato e volitivo. Ci sono tanti sprechi in Italia che avvengono perché facciamo leggi ma poi non mettiamo in atto i controlli necessari. C’è chi invece fa le leggi ma soprattutto le fa rispettare. Come negli Stati Uniti. La squadra statunitense compare non solo con i nomi, ma anche con le facce sul sito del Governo americano, a www.recovery.gov, «il sito ufficiale del governo Usa che fornisce facile accesso ai dati legati alla legge sulla ripresa dell’economia (basata sulla spesa pubblica, ndr) e che permette di segnalare potenziali frodi, sprechi ed abusi».
No, non è il sito dove si danno idee per come fare a tagliare la spesa. È una cosa molto più seria. Quelli che chiunque può vedere su Internet sono gli ispettori generali, i cui uffici, gli ispettorati li chiameremmo noi, dal 1978 effettuano audit, ispezioni, e investigano sulle attività delle pubbliche amministrazioni. Sul sito si legge della loro missione in dettaglio: «Sono politicamente indipendenti ed hanno una forte reputazione in termini di integrità. Di solito hanno competenze acquisite nel campo contabile, audit, analisi finanziaria, controllo di gestione, amministrazione pubblica, legge, investigazioni». «Il presidente li seleziona e nomina, e devono essere confermati dal Senato». Guardateli quei sorrisi, su Internet. Sono i sorrisi della responsabilità e dell’orgoglio. Lavorano assieme al dipartimento di giustizia per denunciare tali frodi e per espellere dall’albo fornitori, chi froda negli appalti. Da febbraio 2009 al 31 marzo di quest’anno hanno riportato 3.580 denunce di misfatti associati al cattivo uso dei fondi per la manovra di spesa pubblica aggiuntiva. In 1901 casi le loro denunce hanno attivato delle inchieste.
Obama li seleziona e nomina. Wow. Lo stesso Obama ha stanziato per le loro attività 221,5 milioni di dollari per minimizzare le frodi, gli sprechi, gli abusi, aggiungendo 12 ispettori a fronte del grande programma di spesa che l’amministrazione lanciò per tirare su l’economia.
Con chi lavora Bondi? Dove sono le fotografie di questi suoi collaboratori? È importante pubblicare le loro fotografie, si sentiranno responsabilizzati. Quanti soldi abbiamo stanziato per combattere gli sprechi e trovare quelle risorse che permettono di avere i soldi da spendere per aiutare l’economia? Che ruolo gioca la nostra Ragioneria dello stato che, prima di Monti, era assolutamente passiva nella lotta agli sprechi? Quanti Ispettori Mario Monti ha incontrato personalmente per dar loro la carica e la giusta motivazione in questo ruolo decisivo? Perché non creare una squadra analoga subito, indipendente dalla Ragioneria e che riporti ogni giorno a Bondi e Monti, da far correre in lungo ed in largo per la penisola?
Ecco cosa si chiede un analista di mercato quando deve prezzare i Btp italiani e si sente dire che c’è la spending review: non gli basta. Vuol vedere la ciccia, vuol vedere se, al di là delle parole e delle belle leggi, poi si combatte in trincea con credibile ardore dietro un sorriso convinto.

 
Fonte: Italia Oggi del 26 luglio 2012

Articoli dell'autore

Commenti disabilitati.